Esploriamo più in profondità le energie psichiche
di una delle 3 Menti di Mind3®: LA MENTE CONSCIA. Terza parte.

 

Abbiamo visto quindi, riassumendo: coscienza / pensiero; pensiero razionale / pensiero creativo; pensiero volontario / pensiero involontario. Ora arriviamo a una definizione più formale.

La mente conscia è struttura psichica caratterizzata dall’attività del pensare. Tale attività si manifesta in energie psichiche peculiari. L’energia psichica principale è il pensiero, che a sua volta si manifesta in almeno tre forme, o energie: pensiero razionale, pensiero creativo (che a loro volta costituiscono il pensiero volontario) e il pensiero involontario o flusso di pensiero.

Ma non è finita qui. Possiamo infatti distinguere ulteriori energie psichiche della mente conscia che azioniamo volontariamente con il pensiero, ma che manifestano caratteristiche o energie peculiari non riconducibili né al pensiero razionale né al pensiero creativo. Sono energie psichiche che sappiamo esistere perché le usiamo, ma la cui natura – al di là della loro manifestazione fisiologica – resta ancora in gran parte sconosciuta.

Tali energie peculiari possono essere definite come veri e propri poteri. Sono poteri che tutti noi abbiamo e che possiamo utilizzare in ogni momento della nostra vita.

Le energie della mente conscia

Ecco le principali energie psichiche consce, i principali poteri della mente conscia. Ne ho individuati nove, di preciso.

  1. Energia psichica dell’intenzione: ci permette di indirizzare le nostre risorse psichiche sulla realizzazione di uno specifico obiettivo.
  2. Energia psichica della volontà: ci permette di reclutare risorse mentali e fisiche e indirizzarle verso uno specifico sforzo di azione. Essa include anche l’energia psichica della decisione.
  3. Energia psichica della concentrazione: ci permette di mantenere focalizzata la nostra mente su un lavoro, un oggetto o un’azione.
  4. Energia psichica della presenza mentale: ci permette di essere consapevoli del nostro essere qui e ora, è la risorsa principale per il nostro autocontrollo.
  5. Energia psichica del rilassamento: ci permette di inviare messaggi di rilassamento al corpo e alla mente ed è in grado di rilassare corpo e mente cambiando le frequenze delle onde cerebrali rispetto al consueto stato di veglia.
  6. Energia psichica della meditazione: ci permette di disconnettere la mente dai pensieri e di accedere a uno stato più profondo rispetto a un consueto stato di veglia cambiando le onde cerebrali.
  7. Energia psichica del desiderio: ci permette di infondere in un oggetto, in un’azione, in un pensiero, in un’idea eccetera una potente carica emozionale, anche (ma non solo) di tipo sessuale. Non è da confondere con l’energia psichica subconscia della pulsione sessuale e neppure con l’energia dell’amore, che non appartiene né alla mente conscia né alla mente subconscia, ma che è la fonte universale di energia che proviene dall’Intelligenza Infinita.
  8. Energia psichica dell’entusiasmo/gioia: simile all’energia psichica del desiderio, la sua carica emozionale è però di tipo peculiare, cioè che attiva e risveglia sensazioni uniche rispetto a quelle del desiderio e conferisce all’oggetto, all’azione, al pensiero, all’idea eccetera una ben distinta carica emozionale.
  9. Energia psichica del credere: la azioniamo quando volontariamente decidiamo di credere in qualcosa; infondiamo allora nell’oggetto, nel pensiero, nell’azione o nell’idea la fiducia, la certezza, che questa cosa si realizzerà.

Forse non avevi mai considerato queste energie psichiche peculiari della mente conscia come vere e proprie energie psichiche in azione. Tanto meno le avrai considerate come dei poteri.

La distinzione qui fatta ha proprio l’obiettivo di farti comprendere più da vicino quante potenti e complesse siano le risorse mentali che quotidianamente tutti noi utilizziamo.

Il pensiero è il grilletto

Le energie elencate sono consce perché le azioniamo con il pensiero. Il pensiero è il grilletto che aziona l’energia psichica, la quale agisce secondo le proprie peculiarità.

Con il pensiero volontario, per esempio, invio un messaggio di rilassamento al corpo ed è l’energia psichica del rilassamento che mi farà ottenere il rilassamento stesso. Aziono con la volontà l’energia del rilassamento ed è l’energia peculiare del rilassamento che mi procura il rilassamento.

Come puoi notare, pur essendo un’azione volontaria innescata da un pensiero il rilassamento non è né un pensiero razionale né un pensiero creativo, ma è appunto un’energia psichica peculiare. Lo stesso discorso vale per le altre energia psichiche qui menzionate.

Solo con la mente conscia puoi progettare, ideare, visualizzare, creare. Solo con la mente conscia puoi avere la consapevolezza del tuo potere mentale e usarlo attivamente. Ecco perché la funzione principale della mente conscia è quella di essere attiva.

Riassumendo: la mente conscia è la parte attiva della mente deputata all’attività del pensiero; solo l’attività del pensiero ha il potere del cambiamento, perché solo quella mente ha la consapevolezza cosciente di ciò che le accade, e può scegliere la direzione da prendere.

Da un certo punto di vista perciò, la mente conscia è il crocevia tra la mente subconscia e la mente superconscia. Ed è, nello stesso senso, il centro della nostra vita. Perché la nostra vita si svolge sul piano della mente conscia. E tocca a noi, consapevolmente, compiere le nostre scelte.

 

(3 – Fine)