Quando lavoriamo con Mind3®, saltiamo oltre.

Il salto che ci fa fare Mind3® è sintetizzato in queste tre frasi:

  1. Affidarsi al superconscio
  2. Confidare nel superconscio
  3. Fidarsi del superconscio

Il superconscio sa qual è la nostra vera direzione, anche se a noi è oscura. Confidare nel fatto che il superconscio ci porta necessariamente verso la nostra direzione olotropica, verso la direzione di bene, verso la nostra realizzazione.

Di fronte a Mind3® ci possono essere tre tipi di reazione.

  1. Una reazione di apertura, di esplorazione, di scommessa
  2. Una reazione di rifiuto
  3. Una reazione di dubbio

Sono tutte reazioni legittime.

Anche io esercito il dubbio continuamente. Questo mi permette di ricercare, di approfondire, di precisare, di migliorare, di avanzare, di verificare, di sperimentare, di comprovare.

Non posso forzare nessuno a fare niente: spetta a te decidere.

Se tu decidi di seguire, sperimentare questo percorso, ti affidi, confidi e ti fidi del superconscio.

Il Salmo 23 emblematicamente sembra ripercorrere questa stessa direzione olotropica:

  1. Affidarsi al superconscio “Il Signore è il mio pastore”
  2. Confidare nel superconscio “mi guida per il giusto cammino”
  3. Fidarsi del superconscio “che ti conduce ad acque tranquille”

Ti invito, soprattutto, a mantenere un atteggiamento mentale predisposto al risultato.

Mantieni la sicurezza che il risultato arriverà, mantieni sempre la certezza, anche tra le difficoltà, i dubbi e gli ostacoli che nel percorso si manifesteranno.

Non ti deve spaventare l’esplorazione di territori inesplorati perché necessariamente arrivi alla tua direzione migliore, al tuo bene. Non è entrare nel tuo buio ma è scoprire la tua luce: è questo che fa ognuno di noi, quando segue questo tipo di percorso spirituale.

Abbi sempre fiducia che il sistema spirituale funziona verso la migliore direzione per te, mantieni sempre l’assoluta certezza – riattivandola, nutrendola – che la direzione è quella giusta.

Ora che sei all’interno di questo sistema, del sistema spirituale, ora che conosci il corso spirituale dell’esistenza, la sua essenza, mantieni la certezza che la guarigione arriva, che tutto si risolve. Qualunque problema tu possa avere, mantieni la fiducia che si risolverà sempre per il meglio.

Se segui questo percorso e sempre di più lo vivi, lo fai tuo, come il Salmo 1 ci racconta, “sarai come albero piantato lungo corsi d’acqua, darai frutti a suo tempo e le tue foglie non cadranno mai, riusciranno tutte le tue opere”.

Perciò non mollare mai, non mollare, non mollare mai.

 

(3 – Fine)